Impurità della pelle che disastro

• Le impurità del viso, ovvero i problemi di gestione delle secrezioni sebacee

Il sebo, le ghiandole sebacee e i pori
La pelle è una superficie cosparsa da pori (buchetti) da cui esce il sebo prodotto dalle nostre ghiandole sebacee per proteggere l’epidermide dalla disidratazione e dalle aggressioni esterne. Ma il sebo oltre a proteggere il nostro viso ci causa anche un sacco di problemi, vediamo perché.

Il film idrolipidico
Il sebo, che è composto da lipidi (grassi) mescolandosi al sudore (rilasciato dalle ghiandole sudoripare) forma un film idrolipidico di protezione. Il sebo però non ha la fluidità perfetta e tende a spargersi sulla pelle in maniera non uniforme motivo per cui capita di avere naso e fronte lucidi e magari le guance secche. L’utilizzo di detergenti irritanti o fortemente sgrassanti può alterare o impoverire il film lipidico

I radicali liberi, le cellule morte e altri residui
Inoltre se il sebo contiene troppi acidi grassi stimola la produzione di radicali liberi che irritano la superficie della pelle che, per tutta risposta produce più cellule morte che si accumulano sulla nostra pelle assieme alle normali squame (scaglie di pelle morta superficiale) e altre sostanze esterne come residui di make-up, di smog e di inquinamento.

La formazione di veri e propri tappi dei pori sebacei (punti bianchi e punti neri)
Quindi quando il sebo sommato alle cellule morte e alle squame vanno ad accumularsi allo sbocco dei nostri follicoli si formano dei tappi che li ostruiscono con conseguente accumulo di sebo all’interno del follicolo e dilatandone le pareti e generando i comedoni (punti bianchi) che se vengono a contatto con l’aria si ossidano assumendo un colore scuro (punti neri) Anche l’utilizzo di prodotti cosmetici quali creme viso e trucchi contenenti ingredienti grassi o oleosi possono aggravare l’ostruzione dei pori dall’esterno.

Grani di miglio
Ai punti neri e bianchi possono aggiungersi anche delle piccolissime cisti dalla consistenza dura che vengono comunemente chiamati grani di miglio per la loro sorprendente somiglianza con i minuscoli semi di questa graminacea. Per rimuoverli occorre incidere con il bisturi o un ago sterile, è superfluo specificare che queste operazioni devono essere effettuate da personale qualificato.


• L'importanza della Skincare quotidiana

È chiaro quindi che il modo in cui ci laviamo il viso e in particolare laviamo via il sebo è fondamentale, ma non solo, la pelle va anche idratata, nutrita e protetta dai raggi UV

• più informazioni
• consulto gratuito (anche online)
• appuntamento di prova

Possiamo tranquillamente affermare che al 90% la causa di una pelle impura è da ricondurre ad una carenza nella pulizia del viso.

Stanchezza, poca voglia, prodotti sbagliati, mancanza di considerazione, sono questi i motivi principali che portano molte donne a sottovalutare l’importanza di una corretta detersione Una pelle ottimamente detersa, ma anche curata e nutrita quotidianamente avrà un aspetto luminoso, tonico e compatto a qualsiasi età.

Di seguito analizziamo le varie categorie di prodotti che dovrebbero far parte della nostra skin care quotidiana.

• Detergenti
Per la detersione quotidiana della pelle è importante utilizzare prodotti con un PH leggermente acido (pari a 4.5-5.5 (PH neutro = 7) che aiuta a ridurre la secrezione di sebo.

• Esfolianti
Si possono utilizzare esfolianti fisici (scrub) oppure esfolianti a base di sostanze chimiche come l’acido glicolico, in grado di stimolare il rinnovamento cellulare.
L’azione esfoliante andrebbe ripetuta due volte a settimana a cui mensilmente andrebbe abbinata anche un trattamento estetico pulizia del viso profonda per permettere alla pelle di rimanere sempre luminosa.

• Tonici
L’utilizzo del tonico, mattina e sera, completa la detersione della pelle contribuendo a detergere ancora più in profondità l’epidermide, ripulendo gli ultimi residui e richiudendo i pori.
Il tonico, dalla texture molto liquida, è spesso snobbato ma ha una funzione importante, che è quella di riequilibrare l’acidità della pelle dopo il risciacquo del viso con acqua del rubinetto che è normalmente molto dura in quanto molto ricca di calcare (la pelle in effetti tende a tirare dopo averla risciaquata con l’acqua)!
Senza accorgercene, lavandoci semplicemente il viso senza passare il tonico, lasciamo sedimentare il calcare sulla nostra pelle e, a lungo andare, gli effetti si vedono eccome!
Il tonico dunque non solo lo elimina, ma permette di far penetrare meglio e in maggiore profondità i principi attivi dei prodotti che si applicheranno successivamente per completare la skincare routine.
Il tonico aiuta anche a fare aderire meglio il makeup!

Esistono diverse formule per i tonici;
-Formule a base di alcool particolarmente astringenti e adatti se hai una pelle mista o grassa
-Formule senza alcool ma con componenti idratanti e lenitive, perfetti per pelli secche e sensibili in quanto purificano in maniera dolce e riequilibrano l'idratazione
-Formule sempre a base d’acqua ma arricchiti di sostanze utili per la riparazione della pelle, antiossidanti e tonificanti, che hanno anche una funzione distensiva o anti-rughe, ideali quindi per pelli mature

• Oli
Gli oli sono particolarmente indicati per nutrire tutti i tipi di pelle secca e per le pelli mature laddove le ghiandole sebacee rallentano la produzione di sebo indebolendo la naturale barriera lipidica che ha l’importante compito di impedire la perdita di idratazione, e quindi di tono ed elasticità, e di proteggere dalle agressioni esterne (smog, freddo, sole).
Gli oli sono ricchi di sostanze antiossidanti, di acidi grassi e di vitamine che aiutano anche a combattere i radicali liberi prevenendo l’invecchiamento cutaneo.

L’olio per il viso è quindi un preziosissimo alleato di bellezza a patto che abbia un leggerissimo peso molecolare per assicurare un rapido assorbimento.

L'olio non si applica mai direttamente dalla pipetta ma attraverso un vero e proprio massaggio che vi illustriamo di seguito;

Come applicare l'olio

1- Applicare 3-4 gocce di olio sui palmi delle mani, sfregare e poi inalare il magnifico aroma.

 

2- Posizionare delicatamente le mani sul mento, scivolare in modo alternato lungo la mascella fino alle orecchie per stimolare il sistema linfatico e aiutare ad eliminare le tossine dal viso.

 

3- Fai scivolare le mani dal naso, attraverso le guance e fino alle tempie. Questo aiuterà ad eliminare i fluidi, a tonificare e sollevare gli zigomi.

 

4- Fai scorrere le dita sotto gli occhi, il ponte del naso e poi sulla fronte. Scivola dal centro verso le tempie, distendendo rughe e linee di espressione mentre procedi.

 

5- Fai scivolare le mani lungo il lato del viso e applica la pressione dalla base del collo fino alla punta del mento usando movimenti verso l’alto e ampi. La pelle sottile intorno al collo può diventare secca ed è soggetta a invecchiamento precoce, quindi è importante estendere sempre la tua idratazione fino alla base del collo come parte del tuo regime. L’uso di movimenti ampi per l’applicazione aiuta a sollevare e tonificare l’area per rallentare, prevenire e migliorare cedimenti, increspamenti e formazione di rughe. 

• Sieri

Questo prodotto cosmetico liquido contiene al suo interno una concentrazione molto alta di principi attivi e nutrienti per la pelle, in altre parole: è un vero booster per la bellezza.
Se usato in sinergia con gli altri prodotti skin-care può veramente dare una svolta alla beauty routine, potenziandone gli effetti in base alla vostra necessità specifica: idratare, illuminare, rassodare, contrastare le rughe.
Il siero viso va applicato dopo la detersione e prima della crema idratante, in modo da potenziarne gli effetti, escludendo la zona del contorno occhi che deve essere trattata con creme ad hoc.
Non esiste un’età ideale per cominciare ad usare il siero viso, sono le necessità della pelle a “richiederne” l’uso.
Anche in età giovanile è possibile utilizzare questa tipologia di prodotto (perfino prima dei 20 anni)

Ad esempio se presenti problematiche cutanee gravi come pelle grassa o acne è necessario applicare sieri viso vitamina c, con sebo-regolatori, zinco e acido salicidico (ingrediente must anche per i siero viso pelle mista).

Le pelli secche, hanno bisogno invece di un trattamento diverso, fondamentale per questa tipologia di pelle è l’utilizzo di un siero viso idratante che mantenga la pelle sana e compatta con all’interno vitamina E, niacinamide e acido glicolico.

Le pelli mature o con prime rughe possono beneficiare della potenza del siero viso acido ialuronico ideale per contrastrare l’invecchiamento della pelle oppure con Omega 3, che nutre l’epidermide e migliora lo strato superficiale della pelle.

• Maschere
La maschera è un trattamento intensivo (trattamento d’urto) che potenzia periodicamente la skincare quotidiana; è un po’ come un bagno di bellezza a base concentrata di principi attivi e quindi vanno utilizzate settimanalmente sulla pelle completamente pulita. 

Gli obiettivi della maschera sono principalmente
Idratare e nutrire a fondo donando elasticità e tono
Purificare e detergere a fondo restituendo luminosità
Lenire la pelle irritata

 

Maschere idratanti

Dissetano la pelle donandole un surplus di idratazione mantenendo il livello ottimale di acqua negli strati epidermici superficiali e profondi è il segreto per conservare elasticità e turgore cutaneo.

Maschere nutrienti

Sono più strong delle maschere idratanti, poiché contengono burri e oli specifici per compensare la carenza lipidica di cui soffrono le pelli secche. Le maschere nutrienti costituiscono un immediato soccorso per l'epidermide inaridita, che manifesta il suo malessere con sensazioni di prurito e bruciore, arrossamenti e irritazioni.

Maschere purificanti

Dette anche maschere di pulizia, servono per assorbire le impurità, per contrastare la formazione di punti neri, per restringere i pori dilatati, e per ridurre la sovra-produzione di sebo.
Per questo motivo, le maschere purificanti sono indicate principalmente per la pelle mista e/o grassa.
Di solito contengono argilla, fanghi termali, liquirizia, eucalipto, tutte sostanze astringenti e sebornomalizzanti.

Maschere detox

Più delicate rispetto alle maschere purificanti sono appositamente formulate per ogni tipo di pelle, comprese quelle normali e a tendenza secca, mirano a eliminare le particelle di smog e inquinamento (tossine) che si depositano in superficie.
In questo modo, liberano la pelle dalle tossine, rendendo il colorito più luminoso e combattendo la tendenza a formare piccole impurità. Sono indicate per pelli da normali a grasse.
Nelle versioni più delicate, possono essere usate anche dalle pelli secche, poiché sono arricchite da principi attivi calmanti, come l’estratto di amamelide, la lavanda e l’aloe.

Maschere al carbone

Fanno sempre parte delle maschere purificanti, assumendo un colore nero - proprio come il carbone - e per questo si chiamano anche black mask.
La loro particolarità è quella di catturare come un magnete impurità e punti neri, senza seccare troppo la pelle.

Maschere esfolianti

Mirano a rinnovare gli strati superficiali dell’epidermide. Di solito contengono acidi esfolianti a bassa concentrazione per non irritare la pelle.
Si consiglia di associarle sempre a una maschera idratante oppure farle seguire da dosi generose di idratante.
Mai abbinare una maschera esfoliante a un’altra pulizia: basta già l’azione esfoliante della prima a purificare in profondità.
Alcune maschere esfolianti possono essere antimacchia poiché contengono principi attivi schiarenti.

Maschere peel-off

Fanno parte della categoria delle maschere esfolianti, differenziandosi da queste ultime per la caratteristica di togliersi come una pellicola (di qui il termine peel-off).
Si lasciano asciugare sulla pelle, fino a quando non si trasformano in un velo che asporta cellule morte e impurità.

Maschere illuminanti

Più che una categoria, è una funzione di alcune maschere. Illuminano la pelle infatti varie tipologie di maschere, come le detox e le esfolianti. Le maschere specifiche illuminanti possono contenere la vitamina C che rende la pelle più luminosa. Danno una sferzata di energia, e per questo motivo sono dette anche maschere energizzanti e anti fatica.

Maschere lenitive

Simili alle maschere idratanti, sono arricchite di principi attivi calmanti per offrire confort alle pelli sensibili.
Ripristinano, inoltre, il film idrolipidico, affinché la pelle sia più forte e protetta contro le aggressioni esterne.

Ancora due parole per descrivere i tipi di maschera

A due corpi

Sono composte da un veicolo base all’interno del quale viene incorporata una miscela di principi attivi.
Questo veicolo è un composto naturale costituito da betonite, materiale derivato dalla roccia vulcanica e presenta una straordinaria compatibilità con moltissime molecole.
Tale principio infatti, è in grado di assorbire una generosa quantità di acqua, trasformandosi in una massa densa e gelatinosa
Questo tipo di composto agevola l’applicazione sulla pelle di estratti antiossidanti, dermopurificanti, lenitivi, emollienti, idratanti, schiarenti e rivitalizzanti. 

Creme

Si tratta di preparazioni cosmetiche semplici e pronte all’uso che vanno semplicemente applicate sulla pelle

In tessuto

Queste maschere si caratterizzano per il fatto che le sostanze attive sono distribuite su un supporto solido di cotone o cellulosa sagomato appositamente per aderire al viso.
Sono dei fogli realizzati in speciali materiali che trattengono e veicolano i principi attivi delle maschere.
Di solito sono in cotone, garza, microfibra, e presentano delle trame appositamente studiate per aderire alla pelle.

• Contorno occhi
Una buona crema per il contorno occhi, usata con costanza già a partire dai 20 anni, nel tempo può davvero fare la differenza sull'aspetto di una persona.

Il contorno occhi è una zona del volto particolarmente sensibile e delicata, molto più suscettibile agli attacchi esterni e all'invecchiamento precoce rispetto alle altre aree del viso perché la pelle è più sottile, non ha le ghiandole sebacee e sudoripare, presenta una quantità decisamente minore di tessuto adiposo sottocutaneo, una minor quantità di collagene e fibre elastiche e infine presenta anche una circolazione ematica e linfatica ridotta e rallentata con possibile tendenza al ristagno di sangue e liquidi interstiziali.

La protezione del contorno occhi parte dall'utilizzo quotidiano di creme idratanti, elasticizzanti e anche occhiali da sole!

Gli inestetismi del contorno occhi sono le rughe, le occhiaie (fragilità capillare) e le borse (ristagno di liquido linfatico) e per ogni tipo di problema vanno applicati prodotti specifici.

 Il contorno occhi va sempre applicato con il dito anulare (il nostro dito più "debole" è quindi delicato) con leggeri massaggi dall'angolo interno dell'occhio verso l'esterno.

• Crema giorno o crema notte?
Il loro contenuto è simile ma la crema notte non contiene filtri solari ed è più ricca e nutriente con una texture più corposa.

La pelle, al nostro contrario, dorme di giorno e si risveglia di notte; di giorno è meno ricettiva e va solo idratata e protetta dalle aggressioni esterne (ecco perché anche i filtri solari) mentre che di notte si mette al lavoro per riparare i danni subiti di giorno e ricreare la barriera protettiva.
Inoltre di notte la pelle diventa più permeabile e ricettiva!

Quindi una buona crema giorno dovrebbe essere ricca di elementi protettivi quali i filtri solari per proteggere la pelle dal danneggiamento da UV, idratanti per proteggere dalla disidratazione e antiossidanti per combattere la formazione di radicali liberi.

Una buona crema notte invece dovrebbe contenere elementi che favoriscono il "turnover" epidermico (ad esempio esfolianti), elementi nutrienti e elementi che stimolano la produzione di nuove fibre di collagene ed elastica.

Seguendo i ritmi biologici della pelle e fornendo le sostanze e le cure appropriate in base al momento specifico della giornata otterrete maggiori risultati e sarete ancora più soddisfatti dei prodotti che usate!

• La skincare è anche per uomo
Come è lontano il tempo in cui gli uomini si concedevano giusto una spruzzata di dopobarba dopo la rasatura: da qualche anno, creme, lozioni e detergenti specifici stanno affollando anche i loro armadietti, supportati da aziende beauty sempre più attente alle esigenze maschili.


  • L'importanza dei trattamenti di detersione profonda

Mensilmente è consigliato di sottoporsi a trattamenti di detersione profonda per arrivare laddove la skincare quotidiana non può arrivare e mantenere sempre la pelle luminosa e fresca.

• L'idrodermoabrasione,  tecnologia all'avanguardia con il nuovissimo trattamento Dermaclear 

La nuova frontiera dei trattamenti viso in 3 fasi;
Purifica, Esfolia e Idrata contemporaneamete veicolando nella pelle potenti nutrienti e lasciandola pulita, idratata e rinfrescata!

• Microdermoabrasione
Lo scopo della microdermoabrasione è quello di rimuovere gli strati più superficiali della pelle, levigandola e rendendola più liscia e compatta.
Questo trattamento viene effettuato con appositi macchinari dotati di un particolare manipolo che viene appoggiato alla parte del viso che deve essere trattata.
Da questo manipolo fuoriescono delle particelle solide ad elevata velocità che hanno il compito di rimuovere gli strati superficiali della pelle, esfoliandola meccanicamente.
Grazie a questa esfoliazione si stimolano il ricambio e il rinnovamento cellulare.
La pelle appare più liscia, levigata e dall'aspetto ringiovanito. Tuttavia, per ottenere risultati di rilievo e degni di nota, sono necessarie più sedute di microdermoabrasione.

SPA THIRA
Centro di bellezza
Piazzetta San Carlo 2
6900 Lugano

Tel. +41 91 924 23 10
Mob. +41 77 261 30 21
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari:
Lunedì - Venerdì
09:00 - 17:00

Whatsaap Mindbody

Newsletter

* Iscriviti alla newsletter per ricevere promozioni e novità.